La regina di Saba

Si narra che il re Salomone sapesse parlare la lingua di tutti gli animali e un giorno li chiamò a raccolta tutti quanti.Ma uno di essi si attardò ad arrivare,era l’upupa che una volta giunta al cospetto del re si giustificò dicendo che si era fermata ad ammirare un regno che sorgeva esattamente nel cuore del deserto e dove aveva visto degli splendidi troni d’oro tempestati di pietre preziose e dei magnifici giardini in fiore pieni di colori.
Incuriosito il re mandò un messaggio alla regina di quel regno così ricco ed affascinante invitandola in visita presso di lui.
La sovrana accettò l’invito ma decise di mettere alla prova la saggezza  di quel re di cui tutti parlavano.
Fece precedere il suo arrivo da un corteo di ambasciatori che recavano con loro una serie di doni,incenso,mirra,aloe,sandalo.500 lingotti d’oro e 500 d’argento.Il corteo era composto da 6000 fanciulli e fanciulle.Le femmine vestite con abiti maschili ed i maschi con abiti femminili.In un cofanetto poi depose una perla senza foro ed una conchiglia forata in maniera irregolare.
Salomone doveva riuscire a restare indifferente dinanzi a tanta ricchezza,riuscire a distinguere i maschi dalle femmine e perforare la perla senza toccarla e far passare un filo nel foro dela conchiglia.
Prima di tutto fece dipingere i suoi palazzi d’oro e d’argento per sminuire le ricchezze che gli ambasciatori della regina portavano con loro.Poi invitò i fanciulli a fare un bagno in una grande vasca,i quali ansiosi di ristorarsi dal viaggio tolsero le vesti e mostrarono la loro vera identità.Quindi invitò un tarlo per forare la perla ed infine un bruco per passare il filo nel foro irregolare della conchiglia.
Al suo arrivo la regina fu colpita dall’intelligenza di quel sovrano e come se non bastasse Salomone fece piazzare sul pavimento del suo palazzo dei cristalli che davano l’illusione di mettere il piede nell’acqua.Fu così che la monarca cadendo nel tranello tirò su le vesti pensando di bagnarsi e mostrando le sue gambe villose ed uno zoccolo al posto di un piede.Inciampando poi in un pezzo di legno magico il suo piede divenne umano.Mentre accortosi dell’altro difetto il re Salomone chiamò in aiuto i Jinn,che erano i suoi demoni assistenti,i quali prepararono una pasta di gesso per la depilazione.
Dopo essere ritornata nel suo regno,il re fece visita alla regina tutti i mesi coprendo la distanza in una sola giornata tanto era forte il richiamo per quella che era divenuta la sua amata.Dalla loro unione nacque Menelik,il mitico progenitore della dinastia dei negus salomonidi.Menelik divenuto adulto volle far visita al suo genitore recandosi a Gerusalemme e trafugò l’Arca dell’Alleanza con l’intenzione di portarla in Etiopia (il suo regno di provenienza).Questo episodio viene ricordato nei riti che la chiesa copta celebra in occasione di Ghenna e Timkat che sono rispettivamente il Natale e l’Epifania del rito copto.Tutto ciò è anche raccontato nel Primo Libro dei Re della Bibbia e con maggiore dovizia di particolari nel Corano.Nonchè ancora più dettagliatamente nel Kebra Nagast il libro sacro della tradizione etiope.
La mitica  regina in questione è conosciuta nella Bibbia come regina di Saba ed il suo regno era chiamato il regno dei Sabei.Nel Corano invece è conosciuta col nome di Bilqis e nel Kebra Nagast col nome di Makeda.
Non si sa con certezza se la regina di Saba sia effettivamente esistita e finora prevalgono le supposizioni sulle testimonianze.
Tre libri sacri differenti per cultura e provenienza che  raccontano la stessa storia… è questo che fa sognare e che ci permette perfino di fare a meno di cercare testimonianze concrete.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...