Ipotetico finale

Lievesommossa pensò a quella volta che Bellinverno, passeggiando insieme nel bosco di castagno, le raccontò di come le aveva maltrattato i suoi galli neri, delle farfalle color sangue che tanto tempo fa lei aveva imbalsamato e che lui teneva nascoste fra i suoi libri. A quando le disse che avrebbe avuto voglia di calpestare le sue ginestre e che sarebbe diventato un verme della risaia piuttosto che cercarle il suo miele.
Pensò poi a quell’esatto istante in cui udite quelle parole, prima i lamponi poi le more e i mirtilli, le noci i funghi le nocciole e le stesse castagne smisero di crescere, e senza voltarsi gli disse “Tutto è bello dentro di te”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...