La spalla voltata

Avevo messo uno specchio al posto del viso
per non tradire il dolore in qualche modo

Ma le tue parole erano alluvioni secolari
che hanno fatto scempio di ogni mia immagine

Quello che è rimasto l’hai scritto dietro ogni porta
affinchè non vi fossero chiavi a separarmene

E’ Miseria il mio nome migliore
oltre la voce,in fondo al mio tacere
ora che non ho più spalle da voltare

Bellinverno

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...